5 vantaggi dei corsi in html5 e il nuovo editor Moodle

14 Gennaio 2021

Creare corsi multimediali in Html5: ora anche su Moodle

L’ Html5 è l’ultima versione del linguaggio di markup alla base dell’infrastruttura delle pagine web. Nato per far fronte alla diffusione dei contenuti multimediali sulla rete, l’html5 rappresenta una svolta per l’eLearning;  vediamo di seguito alcuni dei vantaggi che lo rendono uno strumento eccezionale per creare corsi online e le caratteristiche del nuovo editor nativo di moodle.

1. Accessibilità delle risorse eLearning da tutti i dispositivi mobile

Il numero di utenti che accede alla formazione digitale tramite smartphone e tablet è costantemente in crescita; questo rappresentava un problema quando i contenuti multimediali dei corsi online erano affidati principalmente ad Adobe Flash Player. L’uso di Html5 consente invece di ottimizzare la visualizzazione di contenuti multimediali e interattivi su qualsiasi schermo, con maggiori possibilità di progettazione per un eLearning fruibile “on-the-go”, anche senza connessione a internet. La formazione digitale non è mai stata così flessibile.

2. Contenuti supportati su più browser senza plugin aggiuntivi

Quando gli utenti cercavano di accedere a corsi eLearning basati su Flash Player erano costretti ad installare un plugin specifico, ora grazie ai contenuti in html5 la formazione digitale è immediatamente accessibile su qualsiasi browser, da Internet Explorer a Chrome, senza intermediari per l’interpretazione del codice. Questo comporta diversi benefici, ad esempio il risparmio di tempo dedicato alla risoluzione degli ostacoli tecnici, talvolta scoraggianti per gli utenti che hanno poca dimestichezza con il digitale.

3. Nessuna restrizione per le integrazioni multimediali

I vecchi authoring tools non potevano riprodurre contenuti video in assenza di particolari plug-in o applicazioni aggiuntive. Grazie all’ Html5 questo problema è solo un ricordo, la fruizione di elementi multimediali come presentazioni audio e video avviene senza player specifici e possiamo creare corsi online dinamici e interattivi, garantendo agli utenti esperienze di formazione digitale più accattivanti, immersive e prive di frustranti limitazioni tecniche.

4. Facilità di personalizzazione

Uno dei principali vantaggi di Flash erano le possibilità di personalizzazione dettagliata su cui potevano contare formatori. Lo standard Html5 ha mantenuto tutti questi vantaggi, lasciandosi alle spalle le limitazioni tipiche di Flash. I professionisti dell’ eLearning possono adattare più facilmente i contenuti al dispositivo di visualizzazione. Ottenere questo tipo di flessibilità è una parte molto semplice della progettazione e non richiede altro che qualche basilare nozione di scrittura di codice, risolvendo così i problemi alla radice ed evitando complicazioni su altri tipi di browser, piattaforme o sistemi operativi.

5. L’Html5 è il nuovo standard dell’industria

Visti i vantaggi fin qui elencati non c’è da stupirsi se i contenuti in Html5 si sono affermati come il nuovo standard e i professionisti della formazione digitale di tutto il mondo lo stanno già usando nella progettazione dei loro corsi di eLearning. Questo cambiamento non riguarda solo il mondo della formazione, come tutti sappiamo anche colossi dei servizi web come Youtube e Google hanno adottato l’Html5 come successore di Flash. Google in particolare ha messo a disposizione il portale “HTML5Rocks”, dove è possibile trovare articoli e tutorial sull’argomento.

H5P: il nuovo editor Html5 di Moodle 3.10

Il nuovo authoring tool offerto da Moodle 3.9 e 3.10 è uno strumento molto versatile, ci consente di creare contenuti Html5 come attività indipendenti o di incorporarli in qualsiasi parte dei corsi eLearning tramite la funzione di embed.

Anche i contenuti H5P consentono il tracciamento delle attività e possono essere oggetto di valutazione, concorrendo alla compilazione dei libretto dei voti e all’elaborazione dei report.

A partire da Moodle 3.9, la gestione dei contenuti si è semplificata con l’entrata in gioco di una banca dei contenuti, in cui i files H5P possono essere salvati e poi riutilizzati in qualsiasi altro corso. Nel caso il file H5P originale venga modificato, l’aggiornamento avverrà automaticamente ovunque sia presente un collegamento al contenuto, consentendo un grande risparmio di tempo e fatica.

Naturalmente le ampie possibilità d personalizzazione di Moodle non escludono i contenuti H5P, anch’essi facilmente modificabili in modo da essere in linea con il tema della piattaforma LMS e con il vostro brand.

Non avete mai lavorato con H5P? Niente paura: l’interfaccia dell’authoring tool è molto intuitiva ed esiste già un vasto repertorio di tutorial e video sul tema.

Se siete alla prima esperienza con Moodle e volete dotarvi di un ambiente di formazione digitale completo e moderno, gli specialisti di Learning Solution sono pronti a mostrarvi come creare corsi online efficaci, sfruttando i vantaggi delle piattaforme in modalità SaaS (Software as a Service) e la possibilità di attingere da un vasto catalogo di corsi completamente personalizzabili. Per saperne di più potete visitare la pagina contatti, richiedere una demo o scrivere a  info@learningsolution.it.

 

Ti potrebbero interessare