Video e Microlearning: la combinazione perfetta per la formazione continua

18 Marzo 2021
Video e Microlearning, una combinazione strategica per la formazione continua

Sin dal primo L&D Global Sentiment Survey¹ del 2014 di Don Taylor, il video si è affermato tra i format multimediali più in voga al mondo tra i formatori professionisti e oggi i fruitori di corsi online ne percepiscono l’inclusione nei percorsi formativi come una consuetudine.

Cosa ha portato il video a diventare uno dei format più diffusi e apprezzati nel settore dell’eLearning, nonché la tipologia di contenuto più presente sulla rete?

La forza del video nella formazione online: il format per tutti gli stili di apprendimento

Le persone apprendono al meglio attraverso diversi tipi di stimoli, tra i quali possiamo annoverare gli stimoli visivi, uditivi, scritti e cinestetici (“imparare facendo”); qualcuno apprende più facilmente di fronte a una combinazione di istruzioni uditive e visive, altri ottengono migliori risultati leggendo, altri ancora preferiscono l’inclusione di esperienze pratiche nel processo formativo.

Una caratteristica interessante del format video è proprio il fatto che incorpora elementi da tutti gli stili di apprendimento in un’unica tipologia di contenuto.

L’uso del video nella formazione si presta tanto al trasferimento delle “soft skills” quanto a quello delle “hard skills” perché facilita l’esposizione di concetti astratti e consente di mostrare con chiarezza procedure complesse; il video inoltre basa il processo di apprendimento sull’osservazione dei modelli di comportamento e facilita lo storytelling.

I benefici per la memoria dello Storytelling nei video formativi

Si pensi ad esempio a come l’adozione di tecniche di storytelling nella pubblicità superi in efficacia altri approcci di marketing più diretti e aggressivi; lo stesso si può osservare in ambito formativo.
I contenuti che veicolano una narrazione aprono un canale di comunicazione “preferenziale” con i fruitori perché stimolando la dimensione emotiva risultano più coinvolgenti e lasciano più facilmente il segno nella memoria, pertanto facilitano la trasmissione di nozioni culturali e comportamentali come la cultura aziendale.

Massima flessibilità con la formazione mobile e i micro-contenuti

Un’altra caratteristica da non dimenticare è l’adattabilità del format video alla visualizzazione su diversi dispositivi, fissi o mobili, fatto che consente ai corsisti di passare agilmente da un mezzo di fruizione all’altro, contribuendo alla flessibilità della formazione digitale mobile.

Infine, tramite video ben congegnati si possono trasmettere e rendere facilmente assimilabili un gran numero di informazioni in tempi molto ridotti; questo fa del video un format particolarmente indicato per programmi didattici che fanno uso del Microlearning.

Il Microlearning: la formazione digitale del Web 2.0

Il Microlearning è un approccio formativo basato su micro-contenuti, unità brevi, focalizzate e autoconclusive. Esistono diverse scuole di pensiero su quella che dovrebbe essere la durata massima di un micro-contenuto affinché possa ancora rientrare in questa definizione, spaziando tipicamente da pochi secondi alla ventina di minuti.

Questo approccio presenta numerose opportunità di impiego e molti vantaggi, tra cui:

  • La relativa semplicità e rapidità della produzione dei contenuti, che nel caso del Microlearning comporta generalmente investimenti ridotti;
  • La possibilità di costruire di percorsi formativi altamente personalizzati selezionando combinando i micro-contenuti più pertinenti;
  • Possibilità di rinforzare e approfondire i percorsi formativi tradizionali con l’aggiunta di micro-contenuti in itinere o in chiusura in ottica blended;
  • La maggiore praticabilità percepita dagli utenti che si trovano titubanti di fronte ad un percorso composto da unità più estese.

In ogni caso, non bisogna credere che un semplice metodo di suddivisione dei contenuti basti a garantire l’efficacia degli stessi, la rapidità di presentazione non è tutto, permane la necessità di offrire contenuti curati ed esaustivi rispetto gli obiettivi formativi.

Vista l’abitudine sempre più diffusa di consumare brevi contenuti video ai fini di intrattenimento e informazione, la crescente popolarità dell’uso di micro-contenuti video per la formazione non dovrebbe sorprendere.
La questione fondamentale non è far fronte ad un presunto calo della capacità attentiva degli utenti: sebbene questa sia una delle principali argomentazioni di numerosi sostenitori dei micro-contenuti, non ci sono studi o ricerche a dimostrare che l’effettiva capacità di concentrazione delle persone sia cambiata. Il cambiamento sta nelle nuove abitudini di fruizione dei contenuti: le tecnologie digitali e il Web 2.0 hanno cambiato le nostre aspettative nei confronti delle fonti di informazione, gli utenti sono alla ricerca di risposte rapide e precise. Il microlearning risponde a tutte queste aspettative.

Corsi Video e Microlearning: la combinazione strategica

In una prospettiva di formazione continua, le competenze chiave dovrebbero essere oggetto di aggiornamento e mantenimento per tutta la vita, spesso però i modelli di formazione tradizionale risultano troppo “ingombranti” e limitanti; i micro-contenuti offrono una soluzione pragmatica ai ritmi serrati del mondo odierno, dimostrandosi così un valido supporto allo sviluppo professionale.

Esplora il vasto catalogo di Learning Solution e scopri come il Microlearning può rivoluzionare la formazione continua nella tua impresa. Non c’è quello che cercavi? Contattaci, i nostri specialisti di eLearning sapranno trasformare i contenuti desiderati in corsi online ad hoc per rispondere a qualsiasi fabbisogno formativo aziendale.

¹https://donaldhtaylor.co.uk/the-research-base/

Ti potrebbero interessare