Social learning o Collaborative learning?

3 Giugno 2021

Collaborative learning e Social learning non sono la stessa cosa, sebbene si tratti di due metodologie didattiche a tratti simili e spesso compresenti nei percorsi formativi che prevedono numerose interazioni fra partecipanti. 

In questo articolo descriveremo in poche parole le caratteristiche salienti dell’apprendimento collaborativo e dell’apprendimento sociale, così da fornire un’idea più chiara delle loro applicazioni e dei loro benefici nei corsi in eLearning.

Cos’è il Social Learning?

Il Social Learning o apprendimento sociale si basa sulla teoria sviluppata dallo psicologo Albert Bandura, che propone l’apprendimento come processo cognitivo che ha luogo in contesti sociali attraverso attività di osservazione o istruzione diretta.

In altre parole, le persone imparano osservando le altre, i loro comportamenti e le conseguenze delle loro scelte; la teoria del Social Learning suggerisce che il modo migliore per le persone di imparare sia proprio attraverso l’osservazione e l’imitazione di modelli

Bandura era convinto che l’apprendimento non potesse risolversi semplicemente attraverso rinforzi positivi o negativi (ricompense o punizioni), e che invece la presenza di altri individui esercitasse una fortissima influenza sui risultati dei processi formativi; i meccanismi che governano l’apprendimento sociale, ad esempio, sono alla base dell’efficacia del format video nella formazione aziendale mirata alla promozione di buone pratiche.

Cos’è il Collaborative Learning?

Il termine Collaborative Learning comprende una varietà di approcci formativi che comprendono uno sforzo intellettuale condiviso tra i discenti. Solitamente questo sforzo intellettuale include ricerche compiute a beneficio di tutti i partecipanti. L’apprendimento di gruppo esalta l’esperienza formativa facendo tesoro delle competenze e le idee di ciascun discente.

L’apprendimento collaborativo incoraggia il problem solving e il lavoro in team ed è parte di un trend di più ampio respiro verso l’interdipendenza delle parti interne alle organizzazioni; verso un modello di conduzione condivisa dei progetti basata su reti di soggetti disposti a unire le proprie competenze.

Strategie formative orientate al discente: il meglio per la formazione aziendale

Le metodologie del Collaborative Learning riconoscono come le competenze dei dipendenti siano il patrimonio più prezioso di un’azienda. Una strategia di apprendimento collaborativo aiuta le imprese a far crescere questo asset competitivo, incoraggiando la circolazione di competenze e conoscenze tra team di professionisti, 

È evidente che le attività che ricadono sotto i termini ombrello di Collaborative Learning e Social learning possono essere le più disparate, accomunate dal fatto che comportano un’esplorazione o un’applicazione dei concetti appresi da parte del discente e non solo il consumo passivo dei contenuti esposti, che comporta un cambio di paradigma importante rispetto alla classica lezione frontale.

La formazione come conversazione, non come direttiva

Ancora oggi molte aziende e istituzioni pensano alla formazione (specie alla formazione digitale) come un processo a senso unico: un instructional designer produce dei materiali e i discenti li fruiscono passivamente. Con tutti gli strumenti messi a disposizione delle moderne piattaforme LMS, questo non non è certo l’unico approccio possibile nell’ eLearning e spesso non è nemmeno il più efficace, dato che contenuti poco interattivi sono anche meno coinvolgenti.

Quando l’apprendimento lascia spazio alla conversazione e ai feedback diventa più dinamico, ha effetti più duraturi e risulta più coinvolgente per tutte le parti. L’apprendimento collaborativo richiede responsabilità, pazienza e dedizione, ma il risultato è una comunità di utenti proattivi, capaci di pensiero critico e orientati alla crescita.

Facilitare il trasferimento di competenze e la condivisione di idee tra i dipendenti non è solo un modo per migliorare le performance, è anche una condizione essenziale per portare innovazione e rendere i team consapevoli del patrimonio di competenze a loro disposizione

Per saperne di più su come implementare il Collaborative Learning nel tuo istituto, dalla scelta degli strumenti alla strutturazione dei percorsi, puoi rivolgerti agli specialisti di Learning Solution; scrivi a info@learningsolution.it o chiama il +39 011 069 9219 per una consulenza.

 

Ti potrebbero interessare